I paesaggi quotidiani fanno parte delle nostre vite senza che molti di noi ne siano consapevoli. Alper Yesiltas registra il passare del tempo attraverso la finestra di fronte alla sua stanza, nella città di Istanbul. È difficile pensare che un muro con una finestra semplice possa dire le cose, eppure, vedendo questa serie di foto ci rendiamo conto che tutto, assolutamente tutto, cambia. La luce, il movimento della tenda, il colore del muro e il clima ci ricordano che il mondo (con i suoi esseri umani e oggetti) è in continua evoluzione. “Ti fa sentire malinconico, è una cosa strana” riflette Alper Yesiltas. “È una finestra che nessuno potrebbe vedere come me”, afferma il fotografo, confermando che le prospettive cambiano a seconda della nostra posizione. Questo è ciò che lo ha spinto a iniziare a fotografarla durante questi 12 anni (tra il 2005 e il 2017). Quando Yesiltas ha iniziato a fotografare la finestra aveva 24 anni, ora ne ha 36.

By |2018-02-19T10:10:08+00:00febbraio 19th, 2018|Creative Blog|