La suggestiva “Rain Room”, dove i visitatori non si bagnano, arriva a Los Angeles

LA1

“Rain Room” (tradotto in italiano “la camera della pioggia”)  è un’iniziativa che esplora la combinazione tra arte e tecnologia, offrendo agli utenti la possibilità di controllare il tempo. Un’esperienza coinvolgente, dove le persone sono invitati a prendere parte a “diluvio interno cacofonico”,  e sono in grado di camminare attraverso un temporale senza bagnarsi. Il campo di acqua che cade intorno ad una persona fa una pausa ogni volta che viene rilevato un corpo umano. “Rain Room” è un ambiente dove si può ballare sotto la pioggia, ascoltare i suoni e sentire l’umidità di un temporale, ma rimanere, allo stesso tempo, completamente asciutti e protetti.

Dopo il successo a New York e a Londra, l’impianto è stato ora portato al County Museum of Art di Los Angeles  (LACMA), grazie agli sforzi dello studio Random International di Londra. Quest’ultimo è uno studio collaborativo che mira a spingere i confini della cui scienza e della tecnologia ad incontrare l’esperienza umana, per facilitare l’impegno e la discussione. “Rain Room” utilizza circa 2000 litri di acqua che viene riciclata e utilizzata in tutto l’intero funzionamento della mostra grazie a un sistema autonomo di riciclaggio.

L’installazione è ora in mostra al LACMA fino al 6 marzo 2016.

FIRSTla LA3 LA4 LA5 LA6 LA7 LA8 rainroomlacma1

© 2011 Creativebrain - Graphic & Web Design