Artista utilizza migliaia di bottoni per formare installazioni iridescenti adatte alla meditazione

Button_creativebrain3

L’artista Ran Hwang usa il suo stile inconfondibile sia come forma di espressione sia come una forma di meditazione. Durante la progettazione di grandi impianti realizzati unicamente con bottoni, perline, cristalli, spille e filo, Hwang viene talmente immerso nel progetto che il suo lavoro lo porta sviluppare i suoi pensieri. “Io creo icone di grandi dimensioni, come un Buddha o di un vaso tradizionale, utilizzando materiali che fanno parte dell’industria della moda”, scrive. “Il processo di costruzione di grandi impianti richiede molto tempo e uno sforzo manuale ripetitivo che mi offre una forma di auto-meditazione. Ho martellato migliaia di spilli in un muro come un monaco che, di fronte al muro, pratica la meditazione Zen.”

Nell’esecuzione del suo lavoro, Hwang divide le sue opere in due gruppi. “Nel primo, i pins sono utilizzati per fermare i bottoni che restano liberi di muoversi e suggerire la genetica tendenza umana ad essere irresoluti. Scelgo bottoni che sono così comuni e ordinari come gli esseri umani”, spiega il creatore. “Nel secondo gruppo di opere, un enorme numero di pin collega metri di filo creando uno spazio negativo delle immagini presentate. I fili suggeriscono connessioni tra gli esseri umani e una rete di comunicazione tra esperienze umane apparentemente scollegate”

Button_creativebrain1 Button_creativebrain4 Button_creativebrain5 Button_creativebrain8 Button_creativebrain9 Button_creativebrain10 Button_creativebrain11 ranhwang_creativebrain1 ranhwang_creativebrain2 ranhwang_creativebrain3 ranhwang_creativebrain4

© 2011 Creativebrain - Graphic & Web Design