L’artista svedese Susanna Hesselberg ha recentemente costruito una biblioteca che si tuffa in un abisso profondo. Visibile solo dal terreno dove è posta, l’installazione è poco appariscente e, da lontano, sembra solo una cornice quadrata, che si trova appoggiata su un prato. Ma, appena gli spettatori si avvicinano, possono facilmente vedere le pile di libri che scendono nella terra. La sua struttura compatta ricorda uno scavo minerario o un pozzo d’ acqua senza fondo apparente.

La consapevolezza che questi testi non possano essere effettivamente raggiunti e recuperati avvolge di mistero questo tunnel del sapere. Anche il titolo dell’installazione di Hesselberg, “When My Father Died It Was Like a Whole Library Had Burned Down”, allude a sentimenti di perdita e di lutto. In realtà questa è un frase che si trova nel testo della di canzone di Laurie Anderson  “World Without End”.

Questa splendida opera d’arte di Hesselberg si trova all’ingresso della mostra “Sculpture by the Sea” ad Aarhus, in Danimarca che ha aperto i battenti lo scorso 5 luglio.

Susanna_Hesselberg_creativebrain2 Susanna_Hesselberg_creativebrain3

By |2015-07-30T10:24:59+00:00luglio 30th, 2015|Creative Blog|